Cosa sono le competenze?


Nei miei post parlo sempre spesso di competenze. ho sostenuto e sostengo ancora, che avere le competenze acquisire competenze e migliorare quelle che già si possiedono sia l’unica strada per raggiungere nostri obiettivi lavorativi. In molti si riempiono la bocca con questi paroloni, ma in buona sostanza, quando parliamo di conoscenze di cosa stiamo parlando?

Esistono molte accezioni della parola competenza che rendono quindi impossibile una definizione univoca del termine. A noi fortunatamente interessa rimanere nell’ambito manageriale. Ogni ambito di competenza avrà al proprio interno tutta una fila di professionisti competenti. Ma per essere appunto competenti questi professionisti dovranno possedere due caratteristiche fondamentali:

Conoscenza
Senza conoscenza non c’è competenza, mettitela via. Questo vuol dire, in ambito manageriale Formazione Continua e fare esperienza, continuamente. Il sapere è fatto di concetti acquisibili solo attraverso lo studio e l’esperienza (ricordate Kant?). Sottolineo che non è sufficiente studiare o fare esperienza. Servono entrambi per avere un costante confronto con l’esterno. Conoscere attraverso studio e esperienza , attraverso il confronto per poter padroneggiare nozioni utili.

Applicazione
Saper applicare queste nozioni al lavoro quotidiano strutturando le attività in processi è ciò che ci manca per poter parlare infine di competenze. Saper applicare non è altro che adattare la teoria alla pratica, saper inserire concetti in contesti no concettuali. Far dialogare i principi con l’esperienza in un orizzonte dinamico.

Saper tradurre in azioni e progetti le nozioni acquisite, tenendo conto delle contingenze e delle peculiarità del caso vuol dire essere competenti.

Facciamo un esempio banale. Io so cos’è il Social Media Marketing, ovvero quella disciplina che si occupa di tutte quelle attività aventi come fine l’utilizzo dei social media come strumenti di marketing al servizio di organizzazioni o individui. Il fatto che io lo sappia non vuol dire che sia anche in grado di preparare un progetto per un’azienda che attraverso questi nuovi media vuole far crescere un segmento di mercato fino ad oggi trascurato. Allo stesso modo posso sapere a memoria la ricetta per preparare i canederli, ma da qui a saperli fare c’è una bella differenza.

Avere competenze vuol dire sapere e saper fare, avere una profonda conoscenza teorica dei principi e delle norme che regolano un certo ambito e saper tradurre queste regole e norme in azioni aventi come finalità obiettivi chiari e definiti. Alla luce di questo per definirsi competenti serve porsi due domande:

  1. Ho profonda conoscenza delle nozioni e dei principi che regolano questa disciplina?
  2. So tradurre queste nozioni in attività che portino valore alla mia azienda/organizzazione?

tie-690084_1280

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...