Lo Storytelling come struttura relazionale


La domanda chiave della storia del pensiero occidentale è quelle ereditata da Socrate: cos’è?

Nel percorso che abbiamo fatto insieme finora, anche se con qualche pausa, la domanda chiave non ce la siamo ancora posta, almeno non esplicitamente. Con il post di oggi vorrei provare a dare una prima definizione prospettica, quindi non esaustiva, del nostro tema preferito.

Cos’è lo Storytelling?
Andrea Fontana, uno dei massimi conoscitori italiani di Corporate Storytelling, lo inquadra come un approccio conoscitivo al mondo. Un modo di vedere le cose. La mia visione parte dalle riflessioni, profonde, di Fontana.

Lo storytelling è ormai persuasivo della vita umana, sia la nostra vita personale che quella di lavoro, perché la nostra realtà ha una struttura discorsiva. Ma lo storytelling non è solo un raccontare storie. È molto di più. È una disciplina e un metodo di lavoro.

Lo Storytelling, sia nella sua accezione letteraria sia in quella aziendale o corporate, è una struttura interpretativa della realtà. Non dimentichiamo che il mito, la forma di sapere più antica che l’uomo abbia mai conosciuto si esplica attraversi il racconto proprio per la natura disvelante (direbbe Heidegger) che altri tipi di indagine, come quella scientifica, non hanno.

Nel mito, nel racconto mitico, la verità si svela attraverso un processo dinamico. Il raccontare è un atto che racchiude un approccio conoscitivo particolare, un approccio/struttura che ci permette di accedere alla conoscenza in modo graduale e dinamico.

Ma nel racconto non siamo noi che conosciamo qual-cosa. Nella struttura narrativa il conosciuto si mostra tra una persona che narra (narratore) è una persona che ascolta (narratario). Nel racconto si crea una relazione e ciò ha potuto portare un atto fondante dell’essere umano all’attenzione del marketing e del modo di fare azienda.

Le organizzazioni, e il mondo corporate, si sono umanizzate e avvicinate sempre più alle persone che orbitavano intorno ad esse, i cosiddetti stakeholders. In questo processo di umanizzazione i rapporti tra azienda e pubblico si sono trasformati in conversazioni (Cluetrain Manifesto) in vere e proprie relazioni.

chalkboard-620316_1280

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...