2 introduzioni alla narratologia


Lo storytelling si basa giocoforza sulla narratologia. Ogni storia ha una propria struttura e all’interno di ogni struttura sono presenti elementi comuni. La narratologia ci aiuta a identificare questi elementi per poter disporne al meglio nella declinazione della narrazione in ambito d’impresa. Avere una base teorica degli strumenti e dei cosiddetti tasselli dei quali possiamo disporre per rendere il nostro racconto più efficace aiuta a raggiungere in modo più preciso e snello i nostri obiettivi. Voglio condividere con te un paio di letture interessanti in materia, buona lettura!

La NarrazioLa Narrazione - Andrea Bernardelline di Andrea Bernardelli
L’opera di Bernardelli è sicuramente la più veloce e concisa. Meno di 140 pagine scaricabili in eBook a 4,99 €. Una struttura chiara e lineare ne fanno un boccone digeribile in pochi giorni.

Il breve percorso da Bernardelli parte dalle definizioni chiave del contesto narrativo, dalla creazione dei mondi all’approfondimento dei personaggi e così via. In un secondo momento affronta le questioni più tecniche come gli incipit, le collocazioni temporali e il movimento della storia tra prolessi e analessi, per poi arrivare alla conclusione. È molto interessante la bibliografia riportata dall’autore al termine del volume.

La Narrazione è a parer mio la partenza ideale per chi volesse muovere i primi passi nel mondo della struttura della storia narrata. La prima parte, quella forse più concettuale è molto utile al corporate storyteller per identificare le aree di intervento e i singoli moduli con i quali giocare in ambito di narrazione d’impresa.

Bernardelli, bolognese classe 1962, è ricercatore in Filosofia e teoria dei linguaggi presso l’Università di Perugia dal 2006.

Officina del Racconto di Angelo MarcheseL'officina del racconto - Angelo Marchese
Rispetto al precedente, questo volumetto di Marchese si presenta leggermente più impegnativo. In meno di 240 pagine l’autore approfondisce lo studio delle strutture narrative affrontando temi come il rapporto tra storia e discorso. Una volta superata la prima parte dedicata alla storia delle teorie della narratività la strada si fa in discesa, per il lettore.

Le cinque parti seguenti si affrontano temi quali le strutture del racconto, il tempo o i personaggi che offrono molti spunti su come impostare la narrazione anche in ambito di business. Spesso Marchese offre approfondimenti molto tecnici, ma mai eccessivamente pesanti.

Angelo Marchese, genovese di nascita è scomparso nel 2000 a Firenze a 63 anni. Insegnante di italiano e latino presso il liceo classico Cristoforo Colombo e il liceo scientifico Enrico Fermi di Genova,  si è occupato di saggistica e critica letteraria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...