Il futuro incerto dei liberi professionisti


skeletonAlfredo Accatino ha pubblicato martedì sull’Huffington Post intitolato “Inps Inps hurrà: come Inps e governo uccidono le libere professioni“.

Inutile dire che qualche riflessione va pur fatta. Io sono tra quei 5 milioni di italiani che lavorano autonomamente e che, iscritto alla gestione separata, paga il 27,72% del proprio reddito netto all’Inps.

Partendo dal presupposto che il libero professionista iscritto alla gestione separata non ha diritto a ferie pagate, malattia, maternità, contributi pensionistici rivalutati, cassa integrazione, formazione, disoccupazione, tutela sindacale, ammortizzatori sociali (ah no, gli assegni famigliari li hanno inseriti qualche mese fa), il fatto di dover finanziare lo stato con il 33% del proprio reddito, oltre all’Irpef fa un po’ arrabbiare.

Cito dal sito dell’Inps: “L’aliquota media a carico ditta (salvi ulteriori sgravi ed agevolazioni)  è pari al 32,70% della retribuzione lorda per la generalità dei lavoratori dipendenti. La quota a carico del dipendente è normalmente pari al 9,19% della retribuzione”.

Ora, anziché fare facili polemiche, preferisco porre una domanda: cosa giustifica una pressione fiscale così alta verso una categoria che non gode di nessun benefit da parte dell’Inps (lo sappiamo tutti che non avremo nessuna pensione, non illudiamoci) se non una completa incompetenza da parte del legislatore oppure la volontà di nuocere a specifiche categorie di lavoratori poco “rumorose” a livello mediatico?

P.S. merita una letta l’articolo di Giovanni Medioli sul portale lamiapartitaiva.it intitolato Legge di stabilità: tante chiacchiere, ma niente per le partite Iva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...