Berlusconi ricorre allo Street Team


È doveroso fare una premessa. Io non parlo di politica, il mio blog è un blog dedicato alla comunicazione online ed in particolar modo alle piattaforme come blog e social network, che permettono la comunicazione disintermediata tra le persone.

Detto questo vorrei analizzare oggi il fenomeno Esercito della Libertà.
È di questo mese l’apertura del portale esercitodellaliberta.it, un luogo sul web dove le persone possono iscriversi alla community di Silvio Berlusconi per rimanere in contatto con lui e offrirsi di partecipare attivamente alla vita politica del movimento.

La mia prima reazione, lo ammetto, è stata di positivo stupore. Mi ha ricordato tantissimo i portali usati da brand e artisti per gestire i cosiddetti street team. uno street team è un gruppo di persone che si sentono così vicine ad un brand da volerlo supportare anche con azioni di promozione concrete, sia online che offline. Spesso i Brand per gestire queste squadre di sostenitori attivi, militanti se vogliamo vedere, usano portali dedicati. Uno fra tutti, e forse il più noto, è fancorps.com che può vantare di essere la piattaforma utilizzata da Lady Gaga, Kodak, 7-Eleven e molti altri per la gestione dei propri fan più sfegatati, quelli che vogliono supportare attivamente la mission del Brand in questione. Su fancorps.com la struttura dei partecipanti è organizzata prendendo spunto dal linguaggio militare. Un nuovo iscritto entra come normale cadetto e man mano che compie delle vere e proprie missioni o attività per il suo brand preferito riceve delle promozioni a gradi superiori (come sergente, capitano etc.). I fan diventano i cosiddetti militanti del brand. Il linguaggio usato su esercitodellaliberta.it è il medesimo, anche perché inoltre si tratta pur sempre di uno street team.

Oggi invece leggo sul blog del sempre attento Rudy Bandiera che Berlusconi e i suoi street teamer sono stati denunciati per divieto di associazioni a carattere militare. L’Articolo 18 della Costituzione recita infatti:

I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale.
Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perseguono, anche indirettamente, scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare.

Se poi andiamo a vedere tra le dichiarazioni per l’arruolamento che i follower di Berlusconi fanno, pare evidente dal quarto e ultimo punto che l#organizzazione non ha carattere militare, bensì politico.

Schermata 05-2456442 alle 11.26.45

Al di là della mossa del Cavaliere e del tam tam che questo evento genererà (in positivo o negativo) io trovo l’idea comunque moderna e in linea con l’utilizzo delle nuove tecnologie. È uno dei pochi segni di una forza politica vecchia (quella italiana) che vuole rinnovarsi e il fatto che lo stia facendo dal “basso”, dal territorio, offrendo una via a chi non può vantare zii o cugini che lo introducano in politica, mi sembra un segnale positivo.

Schermata 05-2456442 alle 10.42.48

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...