È tutta una questione di Team


La domanda che mi pongo da qualche tempo è: quali sono gli sforzi che un social media manager compie per raggiungere gli obiettivi del proprio cliente?
E ancora: in che cosa consiste questo rapporto? esistono comportamenti virtuosi nella gestione del cliente? Quando delle difficoltà, in un progetto di Social Media Marketing, vengono dal flusso di lavoro a monte rispetto al mercato?
La risposta non può essere univoca ed esaustiva. Sicuramente esistono comportamenti virtuosi nella gestione del cliente e sicuramente un flusso di lavoro impostato bene fa sì che un team lavori al meglio senza eccessivo dispendio di energie.
Il rapporto tra consulente (parola che personalmente non amo) e organizzazione (non sempre il cliente è un’azienda) può assumere diverse forme. I due estremi sono:
A – La prima è quella del “ragazzo” che mi posta i link su Facebook (Magari il “ragazzo”, ha 40 anni, una laurea e un master in una prestigiosa Business School…). In questo caso il flusso di informazioni e di lavoro è a senso unico. Il committente comunica al “fornitore di servizi” il quale comunica al mercato.
B – La seconda è quella del consulente che gestisce  sì i social, ma contribuisce a creare valore in azienda supportandola nella stesura e nell’attuazione di un piano marketing integrato.
Il ruolo del social media manager va visto aziendalmente come un ingranaggio all’interno del sistema azienda, un tassello della supply chain da integrare nel processo aziendale, se si vuole approfittare delle risorse messe in campo senza buttare via soldi.
pensiamo a quanto cosa avere un consulente e ai benefici che se ne vogliono trarre. per farlo immaginiamo una squadra di calcio che gioca senza schemi e la risposta sarà presto chiara.
Ok, tutto chiaro, spero, ma cosa vuol dire integrare il lavoro del consulente nella supply chain aziendale?
Integrare, vuol dire far parte di una squadra. Vuol dire sapere che se l’azienda sta organizzando un meeting per la metà di giugno, forse è il caso di mettersi al lavoro almeno un paio di mesi prima per promuoverlo attraverso il web e i social network. Integrare vuol dire condividere informazioni, vuol dire coordinare. L’azienda è come il corpo umano e sempre di più questo corpo, ha arti “esterni” (cerca competenze in outsourcing). Più sono le figure “esterne”, più è necessaria coordinazione, in quanto queste ultime non vivono l’azienda dall’interno, in alcuni casi i consulenti non vivono neppure nella stessa nazione dell’azienda.
Da dove partire, allora per creare il team?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...